Navigazione veloce
Amerigo Vespucci > Progettazione per contenuti

Progettazione per contenuti

Il progetto didattico è il disegno di ricerca e di azione dell’insegnamento che, coerentemente con la programmazione di riferimento, determina le strategie operative, le conoscenze e i saperi, i metodi e le tecniche, i sistemi di valutazione e di verifica, a partire da situazioni effettivamente analizzate e ottimizzando le risorse a disposizione. Un progetto deve essere pertinente rispondendo ai bisogni reali dell’utenza, fattibile rispetto alle risorse e praticabile in attività didattiche concrete.

Esistono molteplici forme di progettazione didattica: la progettazione per obiettivi, quella per contenuti e quella per concetti, la progettazione per situazioni, quella per padronanze e quella per soggetti in difficoltà.

La progettazione è la prefigurazione dell’azione e, in quanto tale, fa parte a pieno titolo dei processi della professionalità docente. Nella scuola secondaria, la progettazione didattica si caratterizza per il progressivo coinvolgimento degli studenti nella costruzione e nell’orientamento di un percorso formativo che risponda alle potenzialità e alle attitudini di ciascuno. Nella scuola, accanto ai programmi emanati dai governi nazionali, prescrittivi e vincolanti per ogni specifico corso di studi, con l’intervento della autonomia, sono state accostate forme autonome di costruzione dei curricoli e di progettazione degli interventi, più vicine alle situazioni e ai bisogni culturali e formativi emergenti dal territorio.

La progressione delle programmazioni/progettazioni in ambito scolastico:

Programmazione unitaria europea (direttive)

Programmazione nazionale (programmi)

Programmazione regionale o sub-regionale (integrazione territoriale)

Programmazione scolastica, del singolo istituto (piano offerta formativa triennale)

Programmazione di classe (trasversale)

Programmazione del docente (disciplinare)

Tratto da  F. TESSARO-Processi e metodologie dell’insegnamento-SSIS Veneto

Bibliografia utile

M. Baldacci, Il problema delle competenze d’uscita , in F. Frabboni, G. Cerini, I nuovi curricoli della scuola di base, Tecnodid, Napoli 2001.

Frabboni (a cura di), Indicazioni per il curricolo, Erikson, Torino 2007.

D.Bramanti (a cura di), Progettazione formativa e valutazione, Carrocci editore

R.M. Gagné, L.J. Briggs,Fondamenti di progettazione didattica, Sei, Torino 1990.

M. Pellerey,Evoluzione e sviluppo degli approcci “per competenze” nella formazione professionale, A.M. Ajello (2002).

M. Gineprini – M. Guastavigna, Mappe concettuali nella didattica– Pavonerisorse.it

Rossi M., I progetti di sviluppo. Metodologie di progettazione partecipativa per obiettivi, Franco Angeli, MI 2004

F.Tessaro – Metodologia e didattica dell’insegnamento secondario – Armando 2002

F.Tessaro – Processi e metodologie dell’insegnamento – SISS Veneto

G.Dominici (a cura di) La valutazione come risorsa Tecnodid NA 2000

Lipari D., Progettazione e valutazione nei processi formativi, Edizioni Lavoro, Roma 1995

Continuando la navigazione accetti l'utilizzo di cookie informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close